Paesaggi d'Italia

5017-La-costa.jpg

La Costa

Basilicata, Italia

Ben due coste bagnate da due mari con caratteri che le distinguono. Quella tirrenica con Maratea, famosa da sempre per una bellezza selvatica e rupestre che sul Tirreno non ha forse uguali, e quella ionica, con spiagge morbide, immerse in paesaggi e ambienti generosi dove i luoghi portano già evidenti nel nome i segni di storie tra le più antiche: Metaponto Pisticci, Scanzano Jonico, Policoro, Rotondella, Nova Siri. Natura, ingegno umano e tradizione si sposano nei borghi aperti sul mare e nei paesi vicini alle spiagge; le testimonianze della Magna Grecia trovano a Metaponto una delle espressioni più alte e spettacolari di tutt’ Italia. Il tutto in un contesto turistico che oggi si pone tra i più apprezzati e attrezzati della Penisola.

Leggi le citazioni

(Su Maratea) Forse in Italia non c’è paesaggio e panorama più superbi. Immaginate decine e decine di chilometri di scogliera frastagliata di grotte, faraglioni, strapiombi e morbide spiagge davanti al più spettacoloso dei mari, ora spalancato e aperto, ora chiuso in rade piccole come darsene.
Indro Montanelli
È bella la discesa da Potenza al mare Tirreno, per la valle del Diana, fertile nella prima parte, e di una soavità idilliaca. Lagonegro è attraente; e lo è il brevissimo tratto di costa lucana tra la Campania e la Calabria, con le sue insenature rocciose, dominate da alte muraglie e torrioni in pietra.
Guido Piovene, 1957
Ci sono tante bellezze, / a Metaponto, / che si abbracciano mute sottoterra. / Di tutte queste cose antiche / lo senti il respiro, / come quando al buio / ti appoggi con l’orecchio / a una fessura di muro. / C’è una piana che non finisce mai, / a Metaponto, / e quando nell’estate/ si cuoce al sole, / diventa grande più del mare / come fosse vetro in un abbaglio/ che inghiotte le cose/ e tu non vedi / nemmeno un filino di paglia
Albino Pierro, 1982